News dal mondo dell'Arboricoltura

ERSAF RSS

:. ERSAF - Ente Regionale per i Servizi all' Agricoltura e alle Foreste:Regione Lombardia .:

Esportazione RSS dal portale www.ersaf.lombardia.it
  • Nuovo Standard Nazionale FSC per la gestione delle foreste italiane18 February 2018, 6:00 pm
    E' stato approvato lo Standard Nazionale FSC® per la gestione responsabile delle foreste italiane: il documento entrerà in vigore a partire dal 21 febbraio 2018.Lo standard è frutto di un lungo processo, iniziato nel 2015, che ha coinvolto numerosi portatori d'interesse, tra cui ERSAF, attraverso due consultazioni pubbliche ed una serie di incontri di sensibilizzazione locali: sono stati raccolti più di 350 commenti rappresentativi degli interessi ambientali, sociali ed economici legati alla gestione forestale del nostro Paese. "Da oggi le foreste italiane hanno finalmente uno standard di riferimento concepito su base internazionale eppure vicino a quelle che sono le esigenze e le richieste dei gestori forestali del nostro Paese" ha commentato il Direttore di FSC Italia, Diego Florian, che sottolinea l'importanza di aver lavorato su una base condivisa, a partire dai 10 Principi e Criteri FSC . "Gli Indicatori Generici Internazionali sono un punto di partenza fondamentale per garantire il rispetto di requisiti minimi di gestione responsabile a livello internazionale, assicurando al contempo la conformità delle pratiche con le caratteristiche dell'economia forestale nazionale".Punto essenziale dello nuovo Standard è rappresentato dalla pianificazione delle attività di gestione che, supportate da adeguate attività di monitoraggio, contribuisce a definire i parametri per una gestione forestale di tipo adattativo, in grado cioè di essere modificata sulla base dei cambiamenti e delle diverse esigenze legate alla gestione del territorio. La pianificazione deve includere tutti gli aspetti legati al rischio di impatti negativi sui valori ambientali presenti nella superficie gestita, come aria, acqua, suolo, biodiversità; è per questo motivo che il gestore deve garantire una valutazione delle attività di gestione prima che queste siano effettuate, attuando dove possibile appropriate misure di prevenzione e mitigazione degli impatti negativi derivanti dalle utilizzazioni forestali. Secondo Ilaria Dalla Vecchia, coordinatrice del Gruppo di Lavoro Nazionale, lo Standard nazionale è uno strumento molto importante: "Se da una parte mira a valorizzare un approccio multi-funzionale legato alla gestione del bosco, dall'altra vuole premiare la componente economica della risorsa forestale, intesa non solo come approvvigionamento di legname da opera o da ardere ma anche come valorizzazione dei servizi ecosistemici che caratterizzano il nostro patrimonio nazionale e sono fondamentali per il mantenimento del territorio". "Stiamo già lavorando ad un documento-guida operativo in grado di aiutare il gestore forestale e rendere più familiari con alcuni concetti, come ad esempio quello relativo agli Alti Valori di Conservazione, che comprendono quei valori socio-ambientali unici che caratterizzano la superficie in gestione" conclude Florian. "Questo nell'ottica di rendere sempre più accessibile la certificazione e aiutare i piccoli proprietari, facilitare la comprensione del quadro normativo e garantire la sostenibilità economica nel lungo periodo".Per maggiori informazioni, contattare Ilaria Dalla Vecchia, coordinatrice del Gruppo di Lavoro, all'indirizzo [email protected] Scarica gratis il documento originale  
  • Mantova, a novembre il Forum Mondiale sulle Foreste Urbane7 February 2018, 6:00 pm
    Dal 28 novembre al 1 dicembre 2018 Mantova ospiterà il World Forum on Urban Forests - Forum mondiale sulle foreste urbane - a cui ERSAF parteciperà con alcune iniziative in programmazione. Il Forum riunirà rappresentanti di governi nazionali e locali, istituti di ricerca e accademici, organizzazioni non governative (ONG), urbanisti, forestali urbani, arboricoltori, architetti paesaggisti, designer e professionisti di molti altri settori per lo scambio di esperienze e lezioni apprese, e discutere di possibili collaborazioni a lungo termine sullo sviluppo di strategie forestali urbane e l'identificazione di soluzioni basate sulla natura verso un futuro più verde, più sano e più felice.Lo scopo di questo primo Forum è evidenziare esempi positivi di pianificazione, progettazione e gestione di approcci di città con culture, forme, strutture e storie diverse, che hanno utilizzato la silvicolturaurbana e le infrastrutture verdi per sviluppare servizi economici e ambientali e rafforzare la coesione sociale e il coinvolgimento pubblico.Il Forum è organizzato da Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO), Città di Mantova, SISEF - Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale e Politecnico di Milano.Scopri il programma del Forum: https://www.wfuf2018.com/it-ww/programma.aspxProponi un abstract: https://www.wfuf2018.com/it-ww/proposte-abstract.aspxPre-iscriviti all'evento: https://www.wfuf2018.com/it-ww/registrazione.aspx
  • Progetto ROCKTHEALPS - Con il Joint Research Centre (JRC) per costruire sinergie progettuali4 February 2018, 6:00 pm
    Lo scorso giovedì ERSAF, insieme a Regione Lombardia - DG Sicurezza, Protezione Civile, ha incontrato alcuni ricercatori JRC dell'Unità Tecnologia ed Innovazione per la Sicurezza e del DRMKC (Disaster Risk Management Knowledge Center). L'incontro è stato organizzato per lo scambio di esperienze e conoscenze relative ai rischi naturali e alla valutazione del grado di resilienza del territorio nei confronti di tali rischi. Per l'occasione D. Lombardi di ERSAF ha presentato il progetto ROCKTHEALPS - "Harmonized ROCKfall natural risk and protection forest mapping in the ALPine Space" focalizzando l'attenzione sui contenuti progettuali relativi alla valutazione economica del servizio ecosistemico di protezione dal dissesto idrogeologico, e dal rischio caduta massi in particolare, offerto dalle foreste. A seguire è stata presentata GRRASP (Geospatial Risk and Resilience Assessment Platform), una piattaforma webGIS che consente di visualizzare gestire analizzare ed elaborare dati spaziali relativi, in particolare, alle Infrastrutture Critiche. GRRASP consente, per esempio, di stimare il danno economico indotto da un evento calamitoso considerando non solo i danni diretti ma anche, e questo è l'aspetto più interessante, anche i danni indiretti, come quelli, per esempio, dovuti ad una indisponibilità o parzializzazione di un servizio. Dal confronto è nata l'idea di avviare una collaborazione sinergica tra il JRC, Regione Lombardia ed ERSAF, per provare ad implementare GRRASP, contestualizzandone le funzionalità, per la valutazione economica di scenari di rischio indotti dal pericolo caduta massi su alcune Infrastrutture Critiche del territorio regionale. Per maggiori informazioni vai al sito di progetto.
  • Due contratti e un libro verde per le Foreste Lombarde21 January 2018, 6:00 pm
    Un'occasione unica e importante per sottoscrivere i Contratti di Foresta della Val Lesina in provincia di Sondrio e della Val d'Intelvi in provincia di Como e per presentare il Libro Verde delle Foreste Lombarde quella di venerdì 19 gennaio 2018 in Regione Lombardia alla presenza di tutti i firmatari e del sottosegretario alla montagna Ugo Parolo. "Il Contratto di Foresta, così come le politiche regionali portate avanti in questi anni a favore della montagna, si sono basate su forme di partecipazione e condivisione di tutti i soggetti portatori di interesse" ha sottolineato il sottosegretario alla montagna. Ha aggiunto il presidente ERSAF Elisabetta Parravicini: "I risultati ottenuti laddove da anni utilizziamo questo strumento ci confortano sulla sua efficacia. Finora Regione Lombardia ed ERSAF hanno sottoscritto con i partner locali i Contratti delle Foreste Val Grigna (BS), Gardesana occidentale (BS), Val Masino (SO), Monte Generoso (CO), Carpaneta (MN), Val Gerola (SO). Cui da venerdi si aggiungeranno Val Lesina (SO) e Valle Intelvi (CO)". La presidente ERSAF ha poi consegnato la scultura "Al" al sottosegretario che la farà avere al presidente (vd foto). E' destinato all'Amministrazione Regionale, agli Enti Forestali, agli operatori del settore e a tutti i lombardi che hanno a cuore il bosco Il libro verde delle Foreste Lombarde presentato dopo la firma dei due contratti, sintesi del percorso realizzato nel corso del CamminaForeste Lombardia 2017 che ha promosso incontri e confronti alla ricerca di idee e proposte sul futuro delle Foreste Lombarde, con l'obiettivo di fornire un contributo di prospettive e soluzioni quanto più ampio e condiviso possibile. Realizzare accordi tra imprese boschive e ditte di trasformazione e fare sistema tra i diversi soggetti, coinvolgere cittadini in azioni di monitoraggio, promuovere l'educazione forestale nelle scuole, con sviluppo di supporti mediatici per gli insegnanti, formare guide per escursioni in bicicletta e per accompagnamento sui territori, adottare soluzioni per il recupero delle proprietà: sono solo alcune delle osservazioni del Libro Verde che raccoglie gli esiti dei 10 incontri tematici con la partecipazione di 93 relatori e la presenza di circa 500 addetti ai lavori, il parere di 38 testimoni, la sintesi di 956 questionari compilati dal pubblico, per conoscere il grado di conoscenza, consapevolezza e giudizio rispetto alle foreste lombarde e al loro valore, la sintesi di 65 questionari compilati dagli operatori di settore, per conoscere il loro parere relativamente alle cose più importanti da fare e raccogliere idee e proposte.   Scarica il Libro Verde
  • Ecco gli enti gestori Natura2000 che tutelano il gambero di fiume26 December 2017, 6:00 pm
    E' completo il quadro degli enti gestori di siti Natura 2000 partecipanti alle azioni di tutela del gambero di fiume autoctono. Agli enti che già avevano partecipato al precedente progetto LIFE CRAINat se ne sono aggiunti altri 5 che quasi raddoppiano le forze in campo e completano così la squadra impegnata dal LIFE Gestire2020 nella difesa delle popolazioni di gambero.Gli Enti coinvolti avranno il compito di supportare le attività di studio e monitoraggio condotte dagli specialisti e potranno realizzare interventi di miglioramento ambientale nei corsi d'acqua e, nei loro torrenti, rilasciare i piccoli di gambero nati nei due centri riproduttivi gestiti da ERSAF. Presso le loro sedi verranno inoltre organizzati, nel primo semestre del 2018, 5 seminari per la formazione di gruppi di intervento, che potranno agire per recuperare popolazioni in situazioni di estrema difficoltà e gestirle in modo appropriato fino al loro reinserimento in natura. Nelle loro mani, sempre con il supporto del Progetto, è lasciata la fondamentale attività di sensibilizzazione e di educazione ambientale attinente la specie ed il suo habitat. Ecco gli enti coinvolti: Comunità montana Valli del Verbano (VA), Comune di Vobarno (BS), Riserve naturali WWF "Oasi Valpredina" (BG) e Sasso Malascarpa (CO), i Parchi Campo dei fiori (VA), Spina verde (CO), Monte Barro (LC), Montevecchia e Valli del Curone (LC), Colli di Bergamo, Orobie valtellinesi (SO), Adamello (BS) e Alto Garda bresciano.

Regione Piemonte Foreste RSS

Home

Sito ufficiale della Regione Piemonte - Foreste
  • Incendi boschivi, area del Cuneese8 February 2018, 5:35 am
    Il 7 febbraio si è svolto il terzo incontro con le amministrazioni dei territori coinvolti negli  incendi boschivi dell'ottobre 2017, nello specifico ieri si sono riuniti i soggetti pubblici che operano nelle aree del Cuneese. Obiettivo degli incontri (il primo si è tenuto il 25 gennaio con le amministrazioni del Canavese e il secondo a Pinerolo il 30 gennaio) è quello di incoraggiare il dialogo tra il Tavolo tecnico istituzionale, che ha il compito di elaborare il piano straordinario di interventi di ripristino, e le amministrazioni locali. Nel corso della riunione sono stati anche presentati i dati, al momento a disposizione, delle aree interessate dagli incendi. Per maggiori dettagliscarica le slide L’incendio di Casteldelfino, che ha coinvolto anche i Comuni di Bellino e Pontechianale, si è esteso per una superficie di 378 ettari, interessando in misura minore la proprietà pubblica (46%) rispetto a quella privata (54%).Le superfici forestali percorse dagli incendi sono il 68% del totale e il 22% rientra in aree tutelate (AAPP, ZSC, ZPS). Per maggiori dettagliscarica le slide L’incendio che ha interessato i Comuni di Sambuco e Pietraporzio si è esteso per un totale di 164 ettari; contrariamente al caso precedente la proprietà pubblica è stata maggiormente interessata (57%) rispetto alla privata (43%).Le superfici forestali percorse dagli incendi sono il 66% del totale e nessuna area tutelata è stata interessata dall’evento. Per maggiori dettagliscarica le slide L'incendio di Demonte non ha interessato il territorio di altri Comuni e si è esteso per un totale di 220 ettari; la proprietà privata è stata nettamente più interessata (84%) di quella pubblica (16%).Sul totale delle superfici percorse dall’incendio, il 70% è forestale e il 29% rientra in aree tutelate (AAPP, ZSC, ZPS).     Per ulteriori informazioni: Settore ForesteC.so Stati Uniti, 21 – 10128 Torinoe-mail: [email protected]
  • Evento informativo in campo forestale, il 20 febbraio 2018 a Biella5 February 2018, 12:00 am
    Il Settore Foreste della Regione Piemonte e IPLA Spa promuovono, nell'ambito della Misura 1 del PSR 2014-2020, un evento informativo, martedì 20 febbraio 2018 presso la sede della Provincia di Biella, Sala Becchia, Via Quintino Sella 12 - Biella.Nel corso della mattinata verranno affrontate due importanti tematiche legate al settore forestale: il Portale LegnoPiemonte (legnopiemonte.eu); le nuove norme in campo forestale: trasformazione del bosco in altra destinazione d'uso, definizione di "non bosco".   L'attività formativa è inserita nel Catalogo di Formazione della Federazione Ordini Dottori Agronomi e Forestali del Piemonte e della Valle d’Aosta, pertanto saranno riconosciuti i CFP nella misura prevista dalle disposizioni del Regolamento CONAF nr 3/2013 (1 CFP / 8 ore).   La partecipazione è gratuita.  Chi fosse interessato deve trasmettere la propria adesione alla Federazione entro venerdì 16 febbraio indicando: nome, cognome e ordine di appartenenza.Scarica il programma         Per ulteriori informazioni: Settore ForesteC.so Stati Uniti, 21 – 10128 [email protected]
  • Corso online "Sicurezza in selvicoltura per le imprese"2 February 2018, 12:35 am
    Su Elfo, ambiente di formazione, informazione e confronto in campo forestale della Regione Piemonte, è disponibile il corso "Sicurezza in selvicoltura per le imprese" Si tratta di un'area corso, operativa fino a fine 2018, in cui è possibile trovare: documentazione per valutare correttamente i rischi relativi agli interventi forestali; prodotti informativi e formativi in materia di sicurezza (video didattici e promozionali, relazioni di convegni e manuali), prodotti da Regione Piemonte o altre amministrazioni che operano nel settore; una serie di FAQ (domande frequenti) con relative risposte; uno spazio in cui porre quesiti relativi alla sicurezza, con riferimento alla propria esperienza aziendale. Le risposte, validate dal gruppo sicurezza in selvicoltura (Regione Piemonte e tecnici di ASL e S.Pre.S.A.L.), saranno rese disponibili a tutti gli iscritti al corso. L’iniziativa, gratuita e rivolta agli operatori forestali piemontesi e, in primis, alle Imprese forestali, intende approfondire le tematiche della sicurezza nei lavori boschivi, verificare l'adeguatezza della propria organizzazione aziendale e permette un confronto con esperti del settore in un’ottica di crescita professionale condivisa. A differenza dei tradizionali corsi in presenza (in aula) questa strumento permette la condivisione di conoscenze che, nel tempo, evolvono grazie al contributo dei partecipanti stessi. Per iscriversi occorre inviare una richiesta, mediante e-mail, all'indirizzo [email protected] indicando: nome e cognome del partecipante; categoria di appartenenza (impresa, libero professionista, PA); denominazione impresa/ente e P.IVA; provincia sede legale; indirizzo e-mail cui inviare gli estremi per l’accesso al corso. Si precisa che per accedere al corso è necessario disporre di un collegamento internet.   Per ulteriori informazioni:I.P.L.A. – Servizio [email protected]
  • Incendi boschivi, incontri con le amministrazioni locali: area del Pinerolese1 February 2018, 5:35 am
    Il 30 gennaio si è svolto l’incontro con le amministrazioni dell’area del Pinerolese, per un confronto partecipativo con i soggetti pubblici che operano nelle aree interessate dagli incendi boschivi dell'ottobre 2017. La prima riunione si è tenuta il 25 gennaio con le amministrazioni del Canavese; obiettivo degli incontri è quello di incoraggiare il dialogo tra il Tavolo tecnico istituzionale, che ha il compito di elaborare il piano straordinario di interventi di ripristino, e le amministrazioni locali. Nel corso della mattinata sono stati anche presentati i dati, al momento a disposizione, delle aree interessate dagli incendi. Per maggiori dettagliscarica le slide L'incendio partito dal territorio di Cumiana, e che ha coinvolto i Comuni di Cantalupa, Frossasco e Giaveno, si è esteso per un totale di 1.818 ettari, di cui il 24% di proprietà pubblica e il 76% privata.Sul totale delle superfici percorse dagli incendi, il 97% è forestale e il 33% rientra in aree tutelate (AAPP, ZSC, ZPS). Per maggiori dettagliscarica le slide L’incendio di Roure-Bourcet, che ha coinvolto i Comuni di Roure e Perrero, si è esteso per una superficie di 666 ettari, qui la proprietà pubblica è stata maggiormente compromessa (l’87%) rispetto a quella privata (il 13%).Le superfici forestali percorse dagli incendi sono l’87% del totale e non sono state coinvolte aree tutelate.   Gli incontri proseguiranno nelle prossime settimane per le aree del Cuneese e della Valsusa.   Per ulteriori informazioni: Settore ForesteC.so Stati Uniti, 21 – 10128 Torinoe-mail: [email protected]
  • Legno Energia Nord Ovest, l'8 febbraio a Torino30 January 2018, 12:08 am
    Presentazione del progetto pilota per lo sviluppo della filiera legno-energia in Piemonte.   L’utilizzo delle biomasse forestali per la produzione di energia rappresenta una grande opportunità di sviluppo socio-economico dei territori rurali e uno strumento potente di gestione delle funzioni pubbliche esercitate dagli ecosistemi forestali.Gli impieghi energetici delle biomasse si confrontano oggi, da un lato, con l’impatto che hanno sulla qualità dell’aria, dall’altro con il contributo fornito alla transizione verso fonti energetiche rinnovabili. In relazione alle necessità di riduzione delle emissioni derivanti dalla combustione di biomasse e della prevedibile correlata riduzione del loro consumo, occorre governare con grande attenzione le azioni ambientali per evitare una contrazione delle attività di gestione forestale.Si tratta di stimolare un comparto caratterizzato da scarsa innovazione, verso un approccio di rinnovo degli impianti e delle filiere, che premi qualità ambientale, filiere e lavoro locale, nonché economia emersa. In questa prospettiva nasce, nell’ambito dell’attuazione della Misura 16.2 del PSR 2014-2020, il gruppo di cooperazione LEGNO ENERGIA NORD OVEST che potrà divenire un punto di riferimento in Piemonte per fornire un supporto qualificato a Enti Locali e imprese con l’obiettivo di promuovere e supportare la progettualità nel settore Legno Energia (reti di teleriscaldamento, singoli impianti, progetti di qualificazione locale del combustibile). Il giorno 8 febbraio 2018 , alle ore 14:00 presso la Sala Agorà dell’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino - I3P, in C.So Castelfidardo 30/a a Torino si terrà l’evento di presentazione dell’iniziativa. La partecipazione è gratuita previa registrazione da effettuarsi a questo link.   Scarica la locandina (cliccare qui ) e visita la pagina facebook

SISEF RSS

SISEF.ORG

SISEF.ORG

Notizie, eventi, commenti dalla Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale
  • Interesting conference on forest modelling in Stellenbusch next September 201813 February 2018, 3:02 am
    Forwarding Annikki Makela Dear please note this conference on forest modelling in Stellenbusch next September: http://conferences.sun.ac.za/index.php/ff2018/NFFF2018/schedConf/cfp Best wishes, Annikki
  • Added value of wood in the future8 February 2018, 10:01 am
    Workshop for PhD students and Early-stage researchers in Wood technology and Forest operations enrolled in Italian research bodies. Università degli studi di Firenze Sala Seminari SAGAS (Ex Aula 12), Via GinoCapponi, 9 – Firenze 27 February 2018, 9:00 – 13:00 The eventi is organised in the SISEF – Wood technology and forest operations framework. Detailed information can be found here
  • COST Action FP1407 WG1 and WG4 meeting “Wood modification in Europe: processes, products, applications”8 February 2018, 9:54 am
    26th February 2018, Firenze, Italy The meeting will present the state of the art of modification technologies around Europe, production capacity and practical applications developed in the different countries. The meeting is coorganised by COST Action FP1407, University of Florence GESAAF, CNR IVALSA, University of Basilicata SAFE, SISEF Wood and Forest Products and Operations Group. A total number of 18 countries will present at the meeting. For any question do not hesitate to contact Giacomo Goli ([email protected]) Local organizers: Giacomo Goli, Ottaviano Allegretti, Luigi Todaro, Jakub Sandak, Paola Cetera, Teresa Lovaglio, Francesco Negro Scientific committee: Giacomo Goli, Jakub Sandak, Luigi Todaro, …
  • Master sugli Incendi Boschivi22 January 2018, 1:05 am
    Link Campus University propone un Master Universitario di II livello sugli Incendi Boschivi. Il Master rilascia 60 Crediti formativi.
  • First workshop “Added value of wood in the future”18 January 2018, 9:59 am
    27/02/2018 Sala Seminari SAGAS (Dipartimento di Storia, Archeologia, geografia, Arte e Spettacolo), Università di Firenze Addressed to PhD students and Early stage researchers, the workshop is organized within the GdL “Tecnologia del legno  e Utilizzazioni forestali” of the “Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale” (SISEF). The workshop places particular emphasis on PhD students and their research activity for increasing their knowledge about the advances in Wood technology and Forest operations. PhD students and Early-stage researchers will present each other their researches in order to show the results of Doctoral studies, share the competences and increase the cooperation. All researchers …